ATTENZIONE! Per discutere e confrontarci Live Bracciano si trova su FACEBOOK !!!

Direttamente a Casa tua, NIENTE FILE!!

Google Translator

Cerca nel blog

giovedì 12 gennaio 2012

Un Faraoni sotto la Madonnina


E' sicuramente particolare parlare di Sport in questo sito, è sicuramente anomalo parlare di calcio ma al di là dell'impronta mediatica del tifo e del campanilismo qui il calcio è solo la cornice alla meglio gioventù.
Marco Davide Faraoni,solo Davide per chi lo conosce per non confonderlo con il papà Marco, è nato a Bracciano ed è qui che ha iniziato a giocare a calcio nella A. S. D. Bracciano società che ogni anno si riempe di bambini con tanta voglia di giocare a pallone uno di loro è proprio Davide che passa presto nelle giovanili della Lazio ed è qui che forse iniziano i sacrifici più duri , ne parla durante un'intervista al canale telematico INTERCHANNEL che andrà in onda questa sera ...
L'infortunio che lo ha tenuto lontano per un anno dai campi di calcio lo ha reso più concreto ma la spinta in più ad essere ben piantato con le sue radici si avverte quando parla della sua famiglia.."Ho tanta voglia di fare bene, ancor di più quando penso ai sacrifici che ha fatto per me la mia famiglia: voglio farla stare bene, non voglio che manchi loro niente. Quando sono in difficoltà penso a loro, penso che solo lavorando e facendo bene li posso far vivere tranquilli". Premiato dopo il goal contro il Parma con il rinnovo contrattuale sino a Giugno del 2016 "Sono contento, contentissimo, è un grande onore per me, un orgoglio. Mi ha fatto un enorme piacere essere stato chiamato dalla Società, che mi ha dimostrato quanto ci tiene a me, è stato molto importante" Nonostante che molti giovani nell'ambiente milanese durante questi anni hanno dimostrato la loro immaturità nei confronti della notorietà, del successo dei soldi Davide dimostra di avere le idee chiare è un'educazione alla sobrietà "I soldi? Sono onesto , cerco di non pensarci ma senza dubbio, per una famiglia come la nostra, è una situazione che senza il calcio non sarebbe mai successa nella vita....Sono piuttosto riservato come tipo, preferisco fare le cose e non pensarci troppo, giocare e dare il meglio di me, e basta" Davide poi parla del goal "È stato incredibile, qualcosa di mai provato... davanti al pubblico del 'Meazza', incredibile. A uno verrebbe quasi da dire 'sono diventato forte, caspita...', ma no, io no, a queste cose non voglio pensare. Però l'emozione resta, è normale, il primo gol in A... Un gol fortunato ma voluto, cercato. Un gol da fuori area, al volo, quasi da attaccante. Sono stato felice. È stato emozionante, di emozioni così ce ne sono poche. Ho provato una liberazione. Dopo due-tre belle gare avevo avuto paura visto che poi un altro paio di gare le avevo fatte così così, e invece con quel gol mi sono liberato di tutte le preoccupazioni". 
E' bello sapere che la gioventù di provincia non equivale ad idee provinciali sul successo e i riflettori puntati, qui non vogliamo parlare di calcio, perchè non è lo sport che ti fa' essere speciale : il sorriso di Davide è pulito e serio quando con determinazione dice GRAZIE ai suoi genitori.

Fonte intervista INTER.IT

1 commento:

AVON a BRACCIANO!!